• I canti dell'innocenza

    € 18,00Prezzo
    • Informazioni

      Autore William Blake

      Traduttore Antonello Fabio Caterino

      Illustrazioni Erika Bisi

      ISBN 9788832118353

      Versione digitale https://bit.ly/3aBim2O

       

      Nel 1794 William Blake pubblica il suo imponente lavoro Songs of Innocence and of Experience: Showing the Two Contrary States of the Human Soul: si tratta di due raccolte di poesie accomunate dall’essere rispettivamente rappresentazioni delle due fasi dell’animo umano, per convenzione spesso anagrafica la prima e la seconda, ossia l’innocenza (infanzia) ed esperienza (età adulta). Il presente volume prende in esame unicamente la fase dell’innocenza, e si arricchisce in appendice con gli Auguries of Innocence (gli Oracoli degli Innocenti) tratti dal Pickering Manuscript, un quaderno che lo stesso Blake vergò agli inizi del secolo decimonono.

      Nei Canti dell’Innocenza, attraverso una serie di episodi icastici, il poeta ha cercato di rappresentare gli innocenti per antonomasia: pastori, agnellini, bimbi, fedeli, fiori, prati, genti dalle umili origini e degli umili impieghi. Com’è ben noto, Blake fu anche un incisore di straordinaria bravura, maestro nel colore, e arricchì con preziose incisioni ogni canto. Ecco perché si è deciso di far sì che questo fosse un volume illustrato: perché anche le incisioni potessero essere tradotte e riadattate, esattamente come i singoli versi. L’amarezza diventa molto più fitta con gli Oracoli degli Innocenti: Blake fa declamare a un’inquietante voce fuori campo, certamente dalla parte degli innocenti, una serie di oracoli e maledizioni per un mondo irrispettoso verso questi ultimi, e verso gli ultimi in genere. È come se, col mutare del secolo, le speranza dei lumi settecenteschi fossero spezzate dalla consapevolezza nera del secolo nuovo.

      Non sorprende affatto – come è ben messo in evidenza nell’introduzione al volume – che l’opera di Blake ispiri Thomas Harris nella creazione del suo personaggio Hannibal Lecter: un elegante e raffinato conoscitore della vita e  del bello che non sopporta psicologicamente cosa succede agli innocenti e diventa un serial killer, un cannibale che si nutre di chiunque non abbia più in sé la marca pura e incontaminata dell’innocenza.

    Logo
    0